I bambini e l'attesa del Natale

Mancano solo pochi giorni al Natale e dentro casa si respira il dolce profumo che questa festa sprigiona.

L’albero di natale impreziosito delle decorazioni, le vetrofanie di Olaf, il presepe e l’immancabile calendario dell’avvento che  ci accompagna nell’attesa.

Ogni giorno le mie bimbe si svegliano e con grande emozione aprono la nuova casella sul calendario. Hanno iniziato il loro countdown. La notte in cui Babbo Natale varcherà la porta di casa (ehmm, si non abbiamo il camino!) per lasciare loro i doni è vicina.

I bambini sanno mettere in luce tutta la loro voglia di credere nella magia del Natale. E lo fanno nella maniera più spontanea ed autentica.

In fondo l’infanzia è il periodo del “tutto è possibile”, è la fantasia che consente ai bambini di credere in quell’omone con la barba bianca che in sella ad una slitta trainata da nove renne porta i doni a tutti i bambini del mondo.

L'attesa del Natale vissuta tra fantasia e realtà

Ecco, in questi giorni guardo le mie bimbe e comprendo come loro possano re-insegnarmi, soprattutto in questo periodo dell’anno, la capacità di sognare.

Dovremmo lasciarci contagiare dall’eccitazione e dalla spontaneità dei nostri bambini, tornare “piccoli” per rivivere il gusto dell’attesa.

Sin da piccola ho amato il ripetersi di alcuni gesti che scandivano il tempo del Natale. Oggi più che mai mi rendo conto di quanto ciò sia stato importante. Ancora oggi ripenso nostalgica a quei momenti.

In fondo il Natale è proprio il momento in cui nascono le tradizioni più belle, quelle che ti riempiono il cuore e che diventano poi il tuo bagaglio da consegnare alle nuove generazioni.

Pertanto, sapere che tutto quello che condividiamo oggi con i nostri bambini lascerà una traccia indelebile nella loro memoria può essere motivo di riscoperta della “magia del Natale”.

La nostra timeline inizia a Novembre, quando cominciamo a progettare il Calendario dell’Avvento . Un ottimo alleato per aiutare i bambini a comprendere il trascorrere del tempo e a trasmettere loro l’importanza dell’attesa (scopri di più sulle sue origini).

Quest’anno, mentre erano in corso le attività di preparazione del calendario, le bimbe mi hanno chiesto di scrivere la letterina a Babbo Natale. Quest’anno la grande ha preteso di scriverla di suo pugno. Così lei dettava e io le indicavo le lettere che doveva riportare sul foglio.

La lettera conteneva i regali per entrambe. Un regalo a testa.

La sera abbiamo lasciato la lettera sul tavolo con un biscotto. Al mattino è stato bello vedere lo stupore sui loro volti. La lettera non c’era più e del biscotto vi erano solo poche briciole.

L’attesa di ricevere quanto hanno immaginato, sperato e sospirato riempie ogni giorno il loro cuore di tanta emozione.

In occasione della festa dedicata alla Madonna Immacolata (8 Dicembre), abbiamo allestito sia l’albero che il presepe cui hanno partecipato a loro modo le bambine.

Decorare l'albero, un'attività importante da condividere con i bambini in attesa del Natale

Quest’anno le palline dell’albero sono tutte perfettamente allineate sui rami in basso, ma direi che è bello proprio per questo!

Infine, quest’anno ho acquistato un libro che ho trovato molto bello e che mi è stato consigliato dalla mia libraia di fiducia, “24 storie per aspettare Natale sotto le stelle” di Olivier Dupin.

L'attesa del Natale vissuta attraverso 24 storie

24 storie per 24 giorni.

Ogni sera ne leggiamo una…per attendere sognando la magica notte di Natale.

I bambini con la loro gioia, il loro entusiasmo, con i loro volti carichi di emozione possono davvero aiutarci a riscoprire il senso profondo del Natale, ma soprattutto la bellezza di condividerlo con chi si ama.

A voi e ai vostri bimbi, Buon Natale!