Il calendario dell’avvento è una tradizione che scandisce il periodo natalizio. Ma quali sono le sue origini?

Le origini di questa antica tradizione le ritroviamo in Germania.

Sin dal 1800 le famiglie avevano l’usanza di appendere alla parete di casa  24 immagini, a partire dal 1° dicembre sino alla Vigilia di Natale.

Alle origini era un quadro in cartone, con ventiquattro finestrelle. Una per ogni giorno, dal primo dicembre alla vigilia di Natale.

Ma si dice che il vero e proprio ideatore del calendario dell’avvento, così come giunto ai giorni nostri, fu Gerhard Lang, editore e litografo nella prospera Maulbronn, ispirato probabilmente da un ricordo d’infanzia.

Mamma Lang confezionava lei stessa nel periodo delle feste 24 grandi sacchetti con tante tasche per contenere candele, dolciumi e piccoli giochi. Suo figlio fece sua l’idea e la trasformò in un calendario in cartone stampato con tante forme e disegni da ritagliare con le forbici e costruire (angioletti, stelle comete, etc…) .

 Fu subito un successo editoriale per grandi e piccini!

L’idea di questo straordinario calendario colpì persino Thomas Mann che ne parlò nei «Buddenbrook».

Soltanto negli anni ’20 il calendario si arricchì di piccole tavolette di cioccolato inserite sotto le finestrelle numerate da 1 a 24. Per segnare il tempo in allegria in attesa del Natale!

Per noi la ideazione e costruzione del Calendario dell’Avvento è un momento magico che chiama a raccolta tutta la famiglia e rappresenta l’inizio del “periodo natalizio”.

È un modo attraverso il quale accompagnare i bambini verso il Natale, aiuta loro a dosare e soddisfare un po’ per volta l’attesa ansiosa del giorno della festa e dei regali.

“Farli felici ma educarli ad aspettare, aprendo ogni giorno una finestrella”.

Da quando sono piccolissima adoro questa tradizione e ricordo con profonda dolcezza i momenti trascorsi con mio fratello e mia madre, tutti impegnati nella realizzazione del calendario.

A casa nostra però non vi erano regali, ma solo tante caselle all’interno delle quali ogni giorno scovavi un immagine diversa che pian piano ti faceva avvicinare al Natale.

Quest’anno non abbiamo avuto molto tempo, così abbiamo optato per un calendario minimal…ma bellissimo, perché completato dalle mani delle mie piccole aiutanti.

Dalla foto si vede il prima e il dopo il passaggio dei miei due elfi!

Ma come realizzarne uno? E se non si ha tempo?

Oggi esiste una grande varietà di calendari di tutte le forme e e di tutti i colori che contengono spesso cioccolatini e piccoli regali. Ve ne sono tanti in commercio già pronti, mentre sul web è possibile trovare numerose idee e suggerimenti per costruirne uno in completa autonomia.

In fondo basta avere un po’ di fantasia, un po’ di gusto e quel che è sufficiente di creatività e manualità.

Se non hai molto tempo ma hai comunque voglia di cimentarti nel fai-da-te e iniziare questa tradizione secolare, prova a guardare tra le nostre Idee per il Calendario dell’Avvento.

Oppure…Amazon, offre tante soluzioni semplici. Ce n’è per tutti i gusti: